Pubblica amministrazione

Affidamento della gestione dei servizi di assistenza educativa territoriale per l'integrazione scolastica a favore di alunni in situazione di grave disabilità fisica e psichica - anni scolastici 2021/2022 – 2022/2023 – 2023/2024, riservato ai sensi dell’art. 143 D.lgs. 50 del 2016 ss.mm.ii

Oggetto: Affidamento della gestione dei servizi di assistenza educativa territoriale per l'integrazione scolastica a favore di alunni in situazione di grave disabilità fisica e psichica - anni scolastici 2021/2022 – 2022/2023 – 2023/2024, riservato ai sensi dell’art. 143 D.lgs. 50 del 2016 ss.mm.ii
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 1.130.632,09
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 44,74
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 32.931,05
CIG: 88692944F2
Stato: Gara chiusa
Motivazione: parziale modifica del disciplinare di gara e del termine di presentazione offerte
Centro di costo: Settore II - servizi al cittadino
Data pubblicazione: 02 dicembre 2021 11:30:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 10 dicembre 2021 13:00:00
Data scadenza: 20 dicembre 2021 13:00:00
Documentazione gara:

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

1. In relazione alla procedura per l’affidamento della gestione dei servizi di assistenza educativa territoriale per l'integrazione scolastica a favore di alunni in situazione di grave disabilità fisica e psichica si rileva un’incongruenza tra le richieste del capitolato di gara e la formulazione della base d’asta del servizio. All’art. 12 del capitolato si richiede, infatti, per il personale educatore la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico della classe L19 ai sensi del D.lvo n. 65 del 13/04/2017 secondo i requisiti di cui alla L. 205 del 27/12/2017. A fronte di tale richiesta, tuttavia, la determinazione della tariffa oraria posta a base di gara è stata calcolata utilizzando le tabelle recanti il costo medio orario del lavoro allegate al Decreto Ministero del Lavoro del 17/02/2020, per gli educatori cat. C3/D1. Si evidenzia, su tale aspetto, che il CCNL coop sociali dispone l’inquadramento nella categoria D2 per il personale in possesso del titolo di Educatore Professionale. Si chiede pertanto alla Stazione appaltante di procedere ad una revisione della base d’asta del servizio che preveda l’inquadramento contrattuale D2 per gli educatori impiegati sul servizio. 2. Nel caso di operatori privi del titolo richiesto si chiede conferma che (in virtù dell’applicazione della clausola sociale prevista da capitolato di gara) questi possano comunque essere impiegati sul servizio oggetto di gara dall’aggiudicatario, prevedendo l’inquadramento D1.

Risposta:

L’art. 12 del capitolato, in merito a personale e professionalità, richiede quale requisito specifico per il personale educatore la “ qualifica di educatore professionale socio-pedagogico della classe L19 ai sensi del D.lvo n. 65 del 13/04/2017 secondo i requisiti di cui alla L. 205 del 27/12/2017”. Deve pertanto intendersi a norma della disciplina di legge citata che siano da considerarsi educatori professionali sia i possessori della laurea nella classe L19 che gli educatori senza detto titolo ma dotati dei requisiti di legge ivi indicati. Nel caso di operatori privi del titolo, gli stessi saranno correttamente inquadrati nella Cat D, livello D1 CCNL coop sociali, ove questo sia il CCNL applicato. Resta fermo quanto indicato negli atti di gara afferente la clausola sociale.

Chiarimento n. 2

Domanda:

Relativamente ai Requisiti di capacità economico-finanziaria "possedere un fatturato medio nel settore di attività oggetto dell’appalto non inferiore a € 1.500.000 Iva esclusa realizzato negli ultimi cinque esercizi finanziari" chiediamo conferma che sia da considerare il fatturato globale dell'impresa. Diversamente chiediamo ulteriore conferma che sia da considerare il fatturato nel settore socio assistenziale sia residenziale che scolastico, educativo, ausiliario nei nidi, ovvero tutti i fatturati relativi ai servizi in ambito sociale. In attesa di Vs. Distinti Saluti

Risposta:

Il fatturato richiesto è un fatturato globale medio nell’ambito del settore di attività oggetto dell’appalto che è il settore dei servizi socio- assistenziali ampiamente inteso.

Chiarimento n. 3

Domanda:

Ad integrazione della precedente chiedo anche conferma che non trattasi di media del quinquennio ma somma dello stesso periodo. Distinti saluti

Risposta:

Trattasi del fatturato globale medio, non della somma .

Chiarimento n. 4

Domanda:

Spett.le Ente, in merito alla partecipazione alla procedura in oggetto siamo richiedere i seguenti chiarimenti: 1. Si chiede se le ore di partecipazione dell’Educatore di riferimento ai GLO dell’alunno in carico siano incluse nel monte ore di servizio complessivamente indicato di 18.760 ore annue; 2. Si chiede la pubblicazione dell’Allegato C da caricare nell’apposita sezione “offerta economica” della piattaforma richiamato all’art. 14 del disciplinare; In attesa di cortese riscontro l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti

Risposta:

Si, le ore partecipazione dell’Educatore di riferimento ai GLO sono incluse nel monte ore di servizio complessivamente indicato

L’allegato C è già pubblicato in piattaforma, nella sezione “offerta economica” ed è comunque disponibile in amministrazione trasparente al seguente link

https://www.comune.rieti.it/amministrazione-trasparente/content/gara-assistenza-educativa-territoriale

 

Chiarimento n. 5

Domanda:

Spett.le Ente, 1. si chiede conferma che ciascun dichiarante potrà allegare un solo documento di riconoscimento in corso di validità anche in presenza di più dichiarazioni su più documenti distinti. 2. si chiede conferma che al fine di soddisfare i requisiti di capacità economica e finanziaria e capacità tecnica e professionale di cui all’art. 8 del disciplinare di gara, un consorzio stabile ex art. 45 comma 2 lett. c) D.lgs. 50/2016 che intenda partecipare alla presente procedura di gara, possa spendere oltre ai propri requisiti anche quelli posseduti dalle singole consorziate esecutrici, in virtù del richiamato disposto di cui all’art. 47 comma 2 bis d.lgs. 50/16, nonché, come già in precedenza rilevato, alla luce della responsabilità solidale che lega il primo alle seconde ai sensi del comma 2 del citato art. 47. 3. posto che gli ultimi cinque anni decorrenti dalla data di pubblicazione del bando di gara è 2/12/2016 – 1/12/2021, si chiede conferma che si possa riportare nell'elenco servizi di cui al DGUE i fatturati relativi ai soli anni 2017 - 2018 – 2019 – 2020 (ricompresi nel periodo richiesto) qualora il requisito di capacità tecnica professionale di cui all'articolo 8 del disciplinare sia già soddisfatto dal fatturato conseguito nei suddetti anni. Tale richiesta in quanto i fatturati relativi ad un anno solare/esercizio finanziario sono comprovabili ed attestabili da certificazioni. 4. si chiede conferma che in caso di partecipazione di un consorzio stabile ai sensi dell'art. 45 c.2 lett. c del D.Lgs 50/2016 s.m.i., la domanda di partecipazione (All. A) nonché l’allegato B debbano essere presentati dal solo consorzio e non dalle consorziate esecutrici che, pertanto, dovranno produrre il solo DGUE. 5. si chiede conferma che in caso di partecipazione di un consorzio stabile ai sensi dell’art. 45 c.2 lett. c) D. Lgs. 50/2016 s.m.i., sia sufficiente intestare la garanzia provvisoria al solo consorzio e non alle consorziate esecutrici. In attesa di riscontro si porgono

Risposta:

 

1.Quanto al quesito inerente il documento di identità in corso di validità, detto documento deve essere allegato ogni volta che viene richiesto, secondo le previsioni di cui agli atti di gara e relativi allegati.

2. In caso di consorzio, per il soddisfacimento dei requisiti di capacità economica e finanziaria e capacità tecnica e professionale, occorre attenersi all’art. 8 del disciplinare di gara. I requisiti debbono essere posseduti come previsto dal medesimo articolo del disciplinare che recita: “In caso di partecipazione plurisoggettiva, nel caso di raggruppamento, consorzio, i requisiti di capacità tecnica e professionale, possono essere cumulativamente dimostrati, fermo restando che la mandataria/delegataria deve possedere tali requisiti in misura maggioritaria rispetto alle mandanti” Il medesimo articolo prosegue dettagliando in ordine a singoli requisiti ed al possesso degli stessi nell’ambito del Consorzio. 

3. Poiché i mezzi di prova per dimostrare il possesso di detto requisito sono i bilanci o i documenti tributari e fiscali relativi ai cinque esercizi annuali antecedenti la data di pubblicazione del bando che, alla stessa data, risultano depositati, visto che la data di pubblicazione del bando di gara cade in un periodo in cui non è ancora scaduto il termine per la presentazione degli stessi, si ritiene corretto che gli operatori economici possano dichiarare e poi documentare il possesso del requisito facendo riferimento al quinquennio immediatamente precedente e, dunque 2016, 2017,2018, 2019, 2020.

4. in caso di partecipazione di un consorzio stabile ai sensi dell'art. 45 c.2 lett. c del D.Lgs 50/2016 s.m.i., nella domanda di partecipazione (All. A)  i consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) e c) del D.Lgs. 50/2016, devono indicare per quali consorziati il consorzio concorre. Come recita il disciplinare di gara, in caso di consorzi di cui all’art. 45 comma 2 lett. b) e c) del D. Lgs. n. 50/2016, nella domanda di partecipazione il consorzio deve specificare se partecipa in proprio o a mezzo di consorziati esecutori. Nel caso di partecipazione di aggregazioni di imprese in rete, quest’ultime devono compilare le parti della domanda di partecipazione prevista per i raggruppamenti temporanei d’impresa, non essendo prevista una sezione dedicata a tali soggetti. La domanda deve essere inserita a sistema dalla impresa mandataria. Le Consorziate esecutrici oltre al DGUE, sono tenute a dimostrare il possesso dei requisiti generali di partecipazione, dovendo pertanto compilare anche l’allegato B.

5. Quanto alla garanzia provvisoria , in caso di consorzi di cui all’art. 45, comma 2 lett. b) e c) del Codice, la garanzia sarà intestata al solo consorzio.