Pubblica amministrazione

AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEI NIDI D'INFANZIA COMUNALI PERIODO 01.01.2020-31.12.2022

Oggetto: AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEI NIDI D'INFANZIA COMUNALI PERIODO 01.01.2020-31.12.2022
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 2.574.787,08
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 38.879,85
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 500,00
CIG: 80115804F6
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Settore II - servizi al cittadino
Data pubblicazione: 30 agosto 2019 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 04 ottobre 2019 12:00:00
Data scadenza: 14 ottobre 2019 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • A Istanza di partecipazione
  • B Dichiarazione sostitutiva modello B
  • C DGUE
  • D DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SOGGETTI ARTICOLO 80
  • E CERTIFICATO ISCRIZIONE CCIAA
  • F DICHIARAZIONE ISTITUTO BANCARIO
  • G CAUZIONE PROVVISORIA
  • H IMPEGNO AL RILASCIO GARANZIA DEFINITIVA
  • I EVENTUALE DOCUMENTAZIONE RTI
  • L CONTRIBUTO ANAC
  • M PASSOE
  • N AVVALIMENTO
  • O CARTA DI IDENTITA'
  • P EVENTUALI DOCUMENTI INTEGRATIVI
  • Q ATTESTAZIONE SOPRALLUOGO

Per il sopralluogo si prega prendere appuntamento con il Servizio Asili nido ai seguenti numeri telefonici o via mail:

- 0746271264 Sig.ra Steanifa Montagnini mail: s.montagnini@comune.rieti.it

- 0746287871 Sig. Fabrizio Piagnerelli mail f.piagnerelli@comune.rieti.it

alemeno con 3 giorni di anticipo.

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

Con riferimento all’ ART. 5 - VALORE PRESUNTO DELLA CONCESSIONE del Capitolato nella parte in cui si afferma “ Il valore complessivo della concessione è stato così stimato ai sensi dell’art. 167 del D.Lgs 50/2016 sulla base degli elementi indicati all’Allegato 1 del presente disciplinare ....” non si ravvisa la presenza del citato Allegato 1 nella documentazione di gara . Si prega quindi di integrare la documentazione con il citato Allegato 1 . Cordiali Saluti

Risposta:

Si precisa che al comma 2 dell’art. 5 - Valore presunto della concessione del Capitolato è testualmente citato “sulla base degli elementi indicati all’Allegato 1 del presente disciplinare con riferimento alle entrate presunte” tale frase è da intendersi depurata della parola “presente” per cui il testo da prendere in considerazione risulta essere il seguente: “sulla base degli elementi indicati all’Allegato 1 del disciplinare con riferimento alle entrate presunte” e di conseguenza il documento da prendere in considerazione è l’allegato 1 al disciplinare di gara denominato “Allegato 1 – Elementi di Stima”.

FAQ n. 2

Domanda:

Buongiorno, si richiede il nominativo dell'attuale ente gestore. Cordialmente

Risposta:

Si comunica che con Determina 1970 del 29-08-2019, consultabile all'Albo Pretorio del Comune di Rieti, è stata effettuata la proroga tecnica dell'attuale gestore.

FAQ n. 3

Domanda:

Richiesta Chiarimento Totale monte ore Annuo Personale Con riferimento ai totali monte ore annuo del personale indicati nell’allegato 1 e precisamente a pg. 2 Tabella 3, si chiedono chiarimenti circa le modalità di calcolo degli stessi tenuto conto del rapporto minimo Educatori/bambini e del rapporto minimo personale ausiliario/bambino previsti dalla vigente normativa oltre che dall’art. 18.5 del REGOLAMENTO SERVIZI PRIMA INFANZIA. Ciò in considerazione del fatto che il monte ore indicato sembrerebbe insufficiente a garantire i citati rapporti minimi. A titolo di esempio si riporta l’elaborazione del monte ore annuo riferito agli educatori dell’ASILO NIDO CIANCARELLI. Considerato che i POSTI BAMBINO sono 86 e che il rapporto minimo EDUCATORE/Bambino è pari a 7, il numero degli Educatori minimo sarebbe 12,28 (86:7) che andrebbe arrotondato a 13 dovendo garantire il suddetto rapporto minimo per tutta la durata del funzionamento del servizio. Visto che le ore giornaliere di funzionamento sono 10, le ore giorno degli Educatori sarebbero 130 (10 ore x 13 educatori) che moltiplicate per i giorni di apertura (210) ammonterebbero ad un totale monte ore annuo di 27300 (130 ore/g/educatori x 210 giorni apertura). Le 27300 ore di cui sopra sono sensibilmente superiori alle 24150 (3150 ore in più) indicate nel citato Allegato 1 comportando, al netto di un esaustivo chiarimento, una evidente incompatibilità tra le ore stimate ed il rispetto del rapporto numerico Educatore/Bambino previsto dalla normativa e dal regolamento comunale. Stessa considerazione è valida per i monte ore per l’altro personale (ausiliario) e per l’altro Asilo ad Indirizzo Montessoriano. Tutto ciò premesso si chiede di chiarire quale formula di calcolo è stata adottata per la quantificazione dei suddetti monte ore annuali sia per gli Educatori che per il Personale Ausiliario. Cordiali saluti

Risposta:

In riferimento al personale (educativo e non) necessario all’espletamento del servizio, fermo restando l’obbligo del rispetto dei rapporti di legge, si precisa che i dati indicati derivano da analisi statistica sulla presenza quotidiana dei bambini frequentanti differenziata dal turno prescelto e dagli abituali orari di ingresso e di uscita. Ogni ulteriore valutazione è demandata alle ditte offerenti.

FAQ n. 4

Domanda:

RICHIESTA CHIARIMENTO LIVELLI INQUADRAMENTO DEL PERSONALE AI FINI DEL CALCOLO DEL COSTO DEL PERSONALE E DEL VALORE DELLA CONCESSIONE Premesso che nella documentazione di gara non è esplicitato il costo della manodopera sulla base di quanto previsto dal comma 16 dell’Art. 23. D.lgs. 50/2016 e che all’ART. 10 del Disciplinare viene precisato che “Al fine della valutazione della congruità dell’offerta si assume quale riferimento il CCNL delle lavoratrici e dei lavoratori delle Cooperative del Settore socio sanitario assistenziale educativo e di inserimento lavorativo –Cooperative sociali approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali – Direzione Generale delle Relazioni Industriali e dei Rapporti di Lavoro . Div. IV in data 10 aprile 2013” SI CHIEDE di sapere quali livelli di inquadramento (posizioni economiche) del citato CCNL Cooperative Sociali siamo stati presi a riferimento per il calcolo del costo del personale e quindi del valore della concessione in relazione alle figure di: • EDUCATORE • ADDETTI INFANZIA CON FUNZIONI NON EDUCATIVE • INSERVIENTI • CUOCO • AIUTO CUOCO Cordiali saluti

Risposta:

Le figure professionali necessarie per l’espletamento del servizio sono le seguenti: Inserviente, Aiuto Cuoco, Cuoco, Educatore, Coordinatore. Come indicato nel disciplinare ai fini del calcolo sono state prese a riferimento le tabelle relative al Contratto delle Cooperative – Settore Socio-Assistenziale. Tale riferimento è del tutto indicativo in quanto in fase di gara, non è prevedibile il contratto che sarà applicato dal futuro concessionario

FAQ n. 5

Domanda:

Quanti sono gli iscritti attuali per ogni asilo nido? A quanto ammonta la retta unitaria mensile? E' corrisposta in egual misura da tutte le famiglie indipendentemente dagli ISEE? Se no, chi integra la retta in caso di riduzione?

Risposta:

La capienza dei Nidi oggetto di concessione è indicata negli atti di gara. Generalmente i posti disponibili vengono completamente coperti; tuttavia il numero di domande di ammissione prodotte dalle famiglie è variabile annualmente. L’Art. 17 del Regolamento “Servizi Prima Infanzia” contenuto negli atti di gara precisa le modalità di determinazione della retta. Nel calcolo del canone l’allegato 1 “Elementi di Stima”, fa riferimento ad un valore riconducibile alla retta media degli ultimi anni. Ogni ulteriore valutazione è demandata alle ditte offerenti.

FAQ n. 6

Domanda:

Spett.le Comune di Rieti, in merito alla presente procedura: 1. Vista la documentazione di gara, siamo a presumere che l’importo previsto a base di gara sia stato calcolato considerando il costo del lavoro del CCNL di riferimento (CCNL Coop. Soc.), ma il 28 marzo scorso è stata siglata l'intesa tra associazione datoriali e OO.SS sul rinnovo del CCNL (triennio 2017/2019). L'intesa prevede incrementi salariali medi pari al 6% con prima tranche già dal mese di novembre 2019 (seconda tranche ad aprile 2020 ed ultima, a regime, da settembre 2020). Inoltre il giorno 21 maggio 2019, le associazioni datoriali si sono incontrate con le OO.SS le quali hanno sciolto la riserva rendendo efficaci le modifiche introdotte con la firma dell’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL coop sociali del 28 marzo 2019. Si chiede pertanto quale sia la posizione dell'Amministrazione rispetto al riconoscimento di tale aumento, dato che i nuovi costi da considerare sono già ipotizzabili. 2. Stante l’obbligo di riassorbimento del personale sancito all’art 37 del CCNL delle Cooperative Sociali, si chiede l’elenco non nominativo del personale attualmente impiegato corredato dai seguenti elementi: a. Scatti di anzianità maturati e maturandi b. Livelli di inquadramento c. Mansione d. CCNL applicato e. Monte ore settimanale f. Tipologia di contratto se a tempo determinato o indeterminato g. Presenza di eventuali migliorie ad personam o superminimi assorbibili o non assorbibili h. Presenza di eventuali operatori in malattia, aspettativa o maternità o altro. 3. Il CV del Coordinatore Psico-pedagogico richiesto all'Art. 18 del CS è da ricomprendere all'interno delle 30 facciate richieste per la redazione dell'Offerta Tecnica? Anche ulteriori allegati? 4. Si chiede conferma che per la redazione dell’Offerta Tecnica non sia obbligatorio rispettare specifici font, margini, interlinea, ecc. 5. Si chiede l’elenco non nominativo dei bambini attualmente in carico al servizio suddivisi per fasce d’età e per struttura. 6. Al fine di rispondere al meglio alle richieste progettuali si chiedono chiarimenti in merito all’erogazione del servizio di affiancamento del personale dipendente comunale citato all’Art. 2 del CS. e quindi all’organizzazione delle attività di learning by doing da svolgere presso la sede del nido “Sabin” a gestione diretta. Si tratta di sostituzioni al bisogno del personale comunale assente e/o affiancamento finalizzato alla condivisione di metodi, prassi, linee guida pedagogiche, ecc.? In attesa di cortese riscontro si porgono cordiali saluti, Elisa Mezzabarba Ufficio Gare e Progettazione

Risposta:

In riferimento al punto 1 del quesito si precisa che in fase di gara non è possibile conoscere la tipologia di contratto che sarà applicato dalla ditta concessionaria. La Tabella Ministeriale del 4 aprile 2013 relativa al costo orario del lavoro per le lavoratrici e lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario–assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo – cooperative sociali ha costituito unicamente una base di calcolo per la redazione del piano economico finanziario. Ad oggi, le intese siglate inerenti il rinnovo dei contratti di lavoro delle cooperative sociali non sono state formalmente recepite e pertanto non costituiscono dati riconosciuti. In relazione alla richiesta dell’elenco non nominativo del personale e relativi inquadramenti (punto 2), si precisa che i Nidi oggetto di gara sono già affidati in concessione a ditta esterna, pertanto il personale utilizzato è dipendente di azienda privata ed i dati richiesti non sono in possesso del Comune di Rieti. Le figure professionali necessarie all’espletamento del servizio sono indicate all’art. 18 del capitolato speciale d’appalto. La relativa quantificazione è subordinata alla specifica organizzazione elaborata delle ditte partecipanti, sulla scorta dei riferimenti di cui all’allegato 1 al disciplinare (elementi di stima) e nel rispetto dei rapporti di legge. In riferimento ai punti 3 e 4 si precisa che il tetto massimo delle pagine, preferibilmente non più di 30, (come specificato all’art. 9.2 “Contenuto fascicolo Documentazione Tecnica” del Disciplinare di gara) è riferito all’offerta tecnica oggetto di valutazione ai fini dell’attribuzione del punteggio; per la redazione della stessa non è obbligatorio il rispetto di font, margini, interlinea ecc, fatta salva una chiara leggibilità. Per quanto riguarda il punto 5, ai fini della redazione della proposta progettuale, si fa presente che l’elenco non nominativo dei bambini è un dato aleatorio, variabile di anno in anno, e si ritiene irrilevante ai fini della redazione della proposta progettuale. La capienza dei nidi offerti in concessione è indicata nel capitolato speciale d’appalto. Per quanto richiesto al punto 6, si precisa che le attività di learnig by doing, le cui modalità attuative dovranno essere individuate, saranno finalizzate a garantire un’offerta educativa omogenea fra i nidi in concessione e quello a gestione diretta da parte del Comune di Rieti.

FAQ n. 7

Domanda:

Spett.le Comune di Rieti, premesso che nell’Allegato 1 – Elementi di stima – viene indicato il totale monte ore annuo di ciascuna figura professionale, utilizzando i valori da tabella ministeriale (anche non considerando il rinnovo contrattuale del CCNL Coop. Soc. come da vs. risposta ai quesiti pubblicati al n. 6 in data 04 Ottobre), la stima della retta giornaliera sembra non capiente. Si chiede quindi su quali valori siano state effettuate le stime e di esplicitare il costo pro capite per ogni figura professionale indicata all’interno del costo posto a bambino. Si segnala inoltre a tal proposito che nell’Allegato 1/Tabella 3 viene citata la figura professionale degli “Addetti all’infanzia con funzioni non educative”, con un monte ore annuo di 8400 ore di servizio al Ciancarelli e 1470 al Nido montessoriano. Si chiede quale sia la natura professionale di tale figura e se sia da prevedere l’inserimento sul servizio di tale figura sebbene essa non sia citata all’art. 18 del Capitolato e nella vs. risposta al quesito n. 4, oltre a non essere prevista da normativa e dal Regolamento vigente dei Nidi di Rieti. Si formula tale quesito poiché l’eventuale inserimento di tale figura non sembra compatibile con la quantificazione del valore della concessione e prezzo a base d’asta. In attesa di cortese riscontro si porgono cordiali saluti, Elisa Mezzabarba Ufficio Gare e Progettazione

Risposta:

In riferimento alla prima parte del quesito, come indicato nella richiesta, si rilevano precisazioni già contenute nella FAQ n. 6 del 4 ottobre u.s. In riferimento alle figure indicate nell’allegato 1 – tabella 3, “Addetti all’infanzia con funzioni non educative”, si precisa che nel calcolo si sono scomputate ore di attività del personale addetto ai servizi generali (assistenza, pulizie, pulizie straordinarie), le quali sono riconducibili alle figure di OPERATORI/INSERVIENTI (possesso della qualifica di operaio/a generico/a), come indicato all’art. 18 del Capitolato Speciale d’Appalto - Personale impiegato dal concessionario-. Il dettaglio delle ore riportata nella tabella 3 tende quindi a specificare le attività del personale non educativo in servizio presso i nidi che svolge, oltre agli adempimenti propri della mansione: pulizie ed igienizzazione quotidiana dei locali, attività di assistenza e collaborazione alle educatrici all’interno delle sezioni.

FAQ n. 8

Domanda:

La scrivente richiede elenco del personale con relativi scatti d'anzianita e livelli. Distinti saluti

Risposta:

In riferimento alla richiesta dell’elenco del personale con relativi scatti d’anzianità e livelli, la relativa risposta è già contenuta nel riscontro alla FAQ n. 6 del 4 ottobre u.s.